Barolo 2014 Settimo Aurelio

Barolo 2014 Settimo Aurelio

Produttore:

Settimo Aurelio

Etichetta:

Barolo

Annata:

2014

Nazione:

Italia

Regione:

Piemonte

Denominazione:

Barolo DOCG

Vitigni:

Nebbiolo

Tipologia:

Rosso

Il Barolo di Aurelio Settimo è quanto di più tradizionale si può trovare in circolazione: lunghe macerazioni a cappello sommerso, fermentazioni spontanee, affinamento iniziale di 12 mesi in cemento vetrificato con svolgimento di fermentazione malolattica e successivo affinamento in sole vecchie grandi botti di rovere francese, da 2500 a 3500 litri.

Il risultato dell'annata 2014 del Barolo di Aurelio Settimo è un vino di grande pulizia e perfetto da bere nell'immediato, proprio per le caratteristiche climatiche dell'annata. Di colore rubino poco intenso, con riflessi vagamente aranciati nel contorno dell'unghia. Al naso emerge con piccole note di frutti di bosco e leggeri sentori di amarena, che si fondono su note di sottobosco e tratti vegetali che ricordano i funghi del primo autunno. Tracce più evolute di cuoio e tostatura emergono soprattutto in bocca, dove il sorso è elegante e levigato, accompagnato da un tannino stringente e che rivela chiaramente il carattere aggressivo del vitigno e della zona, di forte vocazione. Chiusura lunga e appagante, il 2014 si rivela così non tanto un Barolo da lungo invecchiamento, quanto un Barolo da grandi gioie ed emozioni nell'immediato.

Prezzo asporto/consegna:

34 €

Non disponibile

Prezzo al tavolo:

40 €

Spedizione gratuita in tutta Italia a partire da 120 €: clicca qui per tutte le condizioni.

Passa a trovarci a Parma, mandaci un messaggio WhatsApp al 348 7785501 o scrivici una mail a info.ombrerosseparma@gmail.com per acquistare il tuo vino!

"Tutti i vini della nostra cantina derivano da un lungo percorso di ricerca, iniziato nel 1995 con l'apertura di Ombre Rosse, che prosegue tutt'oggi. Crediamo nell'etica delle persone, che si riflette nei vini che producono, e in base a questo scegliamo il nostro assortimento. È la nostra passione, è la nostra vita."

Giovanni e Nicola Maestri